Dettagli del download

TRIBUNALE DI CATANZARO - ORDINANZA  2233-2020 del 24-05-2020 RG n. 441-2020 -1 TRIBUNALE DI CATANZARO - ORDINANZA 2233-2020 del 24-05-2020 RG n. 441-2020 -1

Solo gli utenti registrati e loggati possono scaricare questo file.

PERSONALE DOCENTE - RECLUTAMENTO - VALIDITA' ABILITAZIONE ALL'INSEGNAMENTO CONSEGUITA IN ROMANIA -  NON SUSSISTE - NULLITA' CONTRATTO SUPPLENZA PER DIFETTO TITOLI DI ACCESSO - SUSSISTE.

La pronuncia stabilisce che il titolo  conseguito in altro Stato membro dell'U.E., per una professione regolamentata é idoneo "per gli insegnamenti per i quali l’interessato sia legalmente abilitato nel Paese che ha rilasciato il titolo". Nel caso di abilitazioni all'insegnamento conseguite in Romania "nella nota del 2.4.2019 [Ministero Istruzione ndr] viene chiarito come sia stata la stessa amministrazione rumena a comunicare che la formazione ottenuta dal ricorrente non rientri tra i livelli di qualifica rilevanti ai fini dell’art. 11 della direttiva predetta e come la formazione svolta dai cittadini italiani non sia riconosciuta dalla competente autorità rumena".

 Nell'ordinanza viene ribadito quanto ormai pacifico in giurisprudenza riguardo alla tipo di invalidità che si configura allorquando l'amministrazione conferisce supplenza e stipula il relativo contratto in assenza dei requisiti di accesso del dipendente alla relativa graduatoria. A tal riguardo il giudice afferma: "l'atto con cui la P.A. revochi un'assunzione con contratto a tempo indeterminato o determinato, sul presupposto dell'annullamento della procedura concorsuale, ovvero, come nella fattispecie in esame, sul presupposto della nullità dell'atto di conferimento, equivale alla condotta del contraente che non osservi il contratto stipulato ritenendolo inefficace perché affetto da nullità. Si tratta, infatti, di comportamento con cui si fa valere l'assenza di un vincolo contrattuale, rispetto al quale non si pone questione di esercizio dei poteri di autotutela della Pubblica Amministrazione, essendo l'atto invalido ab origine e potendo e dovendo per questa ragione essere rimosso dal datore di lavoro, pubblico o privato che sia (Cassazione civile sez. lav., 31/05/2017, n.13800)" .

Tommaso Scalzi

Information
Creato 2020-06-12
Modificato il
Versione:
Dimensione 1.33 MB
voto
(0 voti)
Creato da Tommaso Scalzi
Modificato da
Downloads 8
Licenza
Prezzo

Accesso utenti